Blog

Cosa sono i Localizzatori GPS e come vengono installati sull’auto

Negli ultimi anni la tecnologia ha fatto passi da gigante soprattutto del campo dell’elettronica e anche nell’ambiente della sicurezza ha visto delle importanti e interessanti novità. Nello specifico in questo articolo vogliamo porre l’attenzione su  quelle apparecchiature che, installate sulla vettura, permettono di geolocalizzarci. Ma andiamo con ordine, illustrandovi per step da cosa è composto un sistema di localizzazione GPS e il suo utilizzo finale.

Come funziona il GPS?

Il GPS (Global Position System) sviluppato dal Dipartimento della Difesa del  governo statunitense e poi utilizzato per scopi civili, negli anni ha visto incrementare notevolmente la sua importanza. Il funzionamento di base del sistema GPS si basa sulla triangolazione. Secondo le leggi della fisica, infatti, per conoscere la propria posizione nello spazio bisogna avere tre punti fissi e questi li otteniamo dai satelliti. E’ bene sapere che nello spazio intorno alla Terra sono presenti ben 32 satelliti. Quando noi chiediamo al nostro smartphone o navigatore la nostra posizione, questi dispositivi non fanno altro che calcolare la posizione rispetto ai satelliti posti nello spazio.

A livello mondiale sono presenti altri sistemi oltre quello americano che permettono di individuare la propria posizione e nello specifico sono: il Glonass di proprietà del governo russo, il Beidou di quello cinese e il Galileo degli stati europei.

Il successo del GPS nel mondo

Grazie a questa tecnologia che ci da la possibilità di geolocalizzarci possiamo affermare che la nostra vita sia cambiata, permettendoci ci raggiungere qualsiasi posto vogliamo andare semplicemente interpellando il nostro navigatore. Agli inizi del servizio GPS, le apparecchiature erano ingombranti e soprattutto costose; potevano essere utilizzate solamente da persone che se lo potevano permettere. Con il passare degli anni, fino ad arrivare ai giorni nostri, i dispositivi che ci danno la possibilità di conoscere la nostra posizione si sono ridotti in dimensione e il prezzo di questi è calato notevolmente.

L’uso del GPS nell’ambito sicurezza

Il sistema di localizzazione è stato, ed lo è tutt’ora, molto importante per tutti quegli scopi legati all’ambito della sicurezza. Le Forze dell’Ordine utilizzano infatti apparecchiature sofisticate ,ma che si basano sempre sulla geolocalizzazione, per individuare la posizione di autovetture che al suo interno ospitano persone ritenute sospette di attività criminali.

Visto che il mercato ha portato al ribasso il costo delle apparecchiature “d’attacco”, così si chiamano i GPS che vengono installati sulle auto, anche i comuni investigatori privati hanno capito l’importanza di questo dispositivo e lo hanno subito utilizzato. In questo modo è diventato uno strumento essenziale per capire i movimenti di una persona, moglie, marito, amante o dipendente infedele che sia.

Dove vengono inseriti i localizzatori GPS

In fase di installazione possiamo dire che le principali tipologie sono due. L’apparato può essere installato all’interno o all’esterno dell’auto. Nel primo caso la persona che vuole inserire il dispositivo GPS deve avere sottomano le chiavi della vettura per il tempo necessario a nasconderlo come si deve. Di norma, se parliamo di apparecchiature che devono essere alimentate dalla batteria dell’auto, il tempo necessario è di circa una mezz’ora, mentre se sono autoalimentate con delle proprie batterie l’installazione risulta essere decisamente più rapida, arrivando ad impiegarci solo qualche minuto.

Per quanto riguarda i GPS che vengono installati al di fuori dell’automobile, visto che in questo caso il dispositivo funzione con una batteria e viene attaccato con delle calamite, il tempo per operare si riduce ancor di più, giusto quello necessario per stendersi per terra e appoggiarsi al veicolo.

Dopo la fase di installazione del target sul veicolo arriva quella di osservazione, tramite un software che funziona su un PC o app per dispositivi mobili, tablet o smartphone.

Come avete visto inserire un localizzatore su un’auto risulta essere semplice ed economico e in questo modo la persona terza che vi vuole pedinare riuscirà a sapere esattamente dove vi trovate in ogni istante.

Come faccio a sapere se in auto è presente un localizzatore GPS?

Il metodo più sicuro e adatto per conoscere lo stato della propria vettura, se al suo interno o esterno è stato inserito un dispositivo GPS, è quello di effettuare una bonifica ambientale. I tecnici specializzati della nostra azienda, infatti, grazie ad attrezzature tecnologicamente avanzate e sofisticate, riescono, in modo rapido e riservato, ad analizzare lo stato della vettura e in caso positivo ad individuarne la posizione. Il controllo può essere effettuato dovunque voi vogliate, lontano da occhi indiscreti, visto che siamo operativi su tutto il territorio italiano, oltre alla Svizzera. Le nostre attrezzature, di piccole dimensioni, ci permettono di poter viaggiare facilmente e trasportarle ovunque.

Localizzatori GPS a basso costo

In questo video del canale Youtube Sindrone da Shopping potete farvi un idea su come sono fatti i localizzatori GPS commerciali che tutti possono comprare su tanti siti e-commerce per pochi euro e vi renderete conto come sia facile potervi spiare da chiunque lo voglia fare.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *