Blog

Microspie e divorzi: ecco come comportarsi

Sono tanti gli ambiti per i quali quotidianamente siamo chiamati per bonificare elettronicamente da microspie ambienti domestici, uffici ed auto e uno di questi vede molto spesso come protagonista una coppia di divorziati. Capita infatti che nella fase di separazione, del procedimento verso il divorzio, l’ex coniuge metta in atto diversi metodi per venire a conoscenza di fatti che potrebbero compromettere il partner nella disputa legale. Nello specifico potrebbe, l’ex marito o moglie che sia, cercare informazioni che potrebbe servire per attuare la revisione dell’assegno di mantenimento, per conoscere le persone che si frequentano, il lavoro che si è ottenuto, il tipo di rapporti o maltrattamenti dei figli. Per fare questo un sistema molto semplice a cui in tanti fanno affidamento è senza dubbio il mettere sotto controllo l’altra metà, con mezzi tecnologici degni di 007, ma che al giorno d’oggi sono molto comuni, semplici da utilizzare e a buon mercato.

COSA SI E’ DISPOSTI A FARE

Installare un sistema di localizzazione GPS sull’auto è questione di pochi minuti, visto che questi apparati elettronici possono essere alimentati anche con delle comuni batterie e fissati anche all’esterno del veicolo con delle calamite. Per captare invece le conversazioni dell’ex convivente si possono installare microspie, cimici, via radio o ancor più semplicemente utilizzando un piccolo apparato GSM. In questo modo, che si parli in auto, in casa o in ufficio, il marito, mogli o anche un investigatore privato può, in qualsiasi luogo si trovi, ascoltare in diretta le conversazioni dell’altro e magari registrarle su qualche registratore portatile o PC. Un altro modo per intercettare può essere quelle di installare, inoculare un virus sullo smartphone della persona che si vuole attenzionare e a questo punto il telefono cellulare diventa una vera e propria arma, capace di fare ascoltare tutto ciò che si sente attorno, vedere la sua posizione sulla mappa, leggere i messaggi SMS, Whatapp, le chat e visionare foto e video presenti sul dispositivo mobile. Un esempio di tutto ciò lo si può leggere sui quotidiani anche a tiratura nazionale, come in questo articolo del Giorno.

LA NOSTRA ATTIVITA’

La nostra attività ci porta a operare anche negli ambiti dei divorzi, riuscendo, con le nostre attrezzature avanzate e specifiche, a ricercare ed individuare le microspie che possono essere state inserite in casa, negozio, ufficio e per ultimo sull’auto da parte del ex coniuge. Operiamo in modo discreto e riservato, riuscendo ad intervenire rapidamente. Grazie al fatto di essere quotidianamente in contatto con studi legali, riusciamo a portare a termine con esiti positivi gli interventi consegnando le prove, insieme al fascicolo tecnico d’intervento, per poter far valere i propri diritti in ambito giudiziario e di privacy a discapito dell’ ex marito/moglie.

Chiamaci subito al 392-2008153               Contattaci info@bonifiche-microspie.it

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.

WhatsApp chat