Blog

Ecco come lo studente spiava la prof con una cimice

La notizia, che è apparsa sui giornali, è di quelle che fanno pensare, perché segno dei nostri tempi. Il fatto accaduto, a La Spezia, è particolare perché delicato visto l’ambito in cui si è sviluppato, ovvero all’interno di una scuola pubblica, in particolare un istituto superiore. La protagonista, suo malgrado, una professoressa che a sua insaputa veniva spiata da uno studente. Ma andiamo con ordine.

LA MICROSPIA OCCULTATA IN UNA PENNA

La professoressa, trovata una chiavetta USB, che non era di sua proprietà, nella sua borsa una mattina chiede al colleghi presenti in sala docenti se qualcuno sbadatamente l’aveva smarrita. A quel punto uno di loro, guardandola bene, scopre che non si trattava affatto di una comune chiavetta USB per l’archiviazione dei dati, bensì una vera e propria microspia, capace di captare tutto ciò che la donna poteva dire. 

Visto tutto ciò, allarmata da queste intercettazioni illecite, ha cercato di trovare il bandolo della matassa e attraverso delle domande poste ai suoi studenti è riuscita ad individuare l’autore di questa grave violazione della privacy. Lo studente, minorenne, rischia di essere denunciato dalla professoressa, che nel frattempo ha contattato un avvocato, per intercettazioni abusive.

LE MICROSPIA ACQUISTATE ON LINE

Questa tipologia di microspia è comunemente rintracciabile ed acquistabile attraverso internet, in uno dei tanti negozi che si trovano su Ebay o addirittura su Amazon a prezzi decisamente bassi. Sono tanti, comunque, gli apparati spia che possono essere recuperati da una marea di siti web, che con una manciata di euro, possono compromettere la vostra privacy, farvi diventare un bersaglio.

Queste cimici, che siano audio o video, hanno dimensioni ridottissime, una buona qualità e, attraverso una SIM che viene inserita nell’apparato, capaci di fare sentire e vedere le immagini a distanza, in tempo reale, utilizzando la comune rete cellulare

LA NOSTRA ATTIVITA’: LA BONIFICA AMBIENTALE ELETTRONICA

Effettuando una bonifica ambientale da microspie in case, uffici ed autovetture, si possono individuare tutte le cimici, microtelecamere, microfoni e localizzatori GPS che potrebbero spiarvi a vostra insaputa. Anche se messe in stand-by, queste cimici, possono da noi essere scovate tramite il rilevatore di giunzioni lineari e una telecamera termica, ovvero una parte della nostra attrezzatura specifica professionale.

Questo tipo di sofisticate apparecchiature elettroniche ci consentono di non dover smontare l’arredamento delle stanze, sia che si stia parlando di una abitazione, di una sala riunioni che l’interno della vostra automobile. Operando da oltre vent’anni conosciamo bene le cimici che vengono normalmente utilizzate, a tutti i livelli. Il nostro intervento si svolge nella massima riservatezza.

Il nostro consiglio è sempre quello di intervenire appena si ha il sentore di essere spiati o appena riscontrate anomalie nella vostra vita quotidiana.

Per avere informazioni di qualsiasi genere riguardo ai nostri servizi di bonifica ambientale dell’ufficio, dell’abitazione o dell’automobile, o per un preventivo gratuito, contattaci al numero 392-2008153, chatta con noi tramite WhatsApp o Telegram oppure inviaci una richiesta tramite e-mail.

Chiamaci subito al 392-2008153               Contattaci info@bonifiche-microspie.it

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.

WhatsApp chat