Blog

Probabilmente siete spiati dalla badante? Ecco come prenderla in castagna

Badante con anziano in carrozzina

Ormai è prassi comune, quando si ha la possibilità economica, di affidare la cura della persona più cara all’assistenza di una badante o colf. La scelta generalmente risulta essere sempre accurata e soppesata proprio per il delicato compito che ha all’interno della casa. Accudire in modo preciso, amorevole e generoso il familiare in difficoltà è un lavoro delicato che deve essere svolto dalla badante nel miglior modo possibile.

Spesso però ci si accorge che non ci si può più fidare della badante per tanti piccoli fatti che vi hanno fatto dubitare di lei. Balza subito l’idea di controllarla attraverso delle telecamere, nascoste o visibili, per vedere come si comporta nel momento in cui la colf rimane da sola con il parente da accudire.

In questo caso la legge parla chiaro, dichiarando illecite le riprese, anche solo se i dispositivi di ripresa e registrazione hanno lo scopo di garantire la sicurezza all’interno dell’abitazione (salvo informare la collaboratrice domestica della presenza delle telecamere e farle firmare il consenso informato).

SPIATI DALLA BADANTE

In questo articolo però vogliamo gettar luce su un altro aspetto che riguarda la badante, ovvero il fatto che sia quest’ultima a spiarvi all’interno della vostra abitazione o quella dei vostri genitori anziani. La  infedele potrebbe essere interessata a dei discorsi che normalmente, per privacy, non fate in sua presenza e che per riuscire a carpirli la spinge a piazzarvi delle cimici nelle stanze di casa vostra.

L’argomento è delicato e più comune di quanto non si possa immaginare: pensate a cosa potrebbe “recuperare” se venisse a conoscenza di affari familiari che trattano ambiti economici.

Un altro aspetto da considerare è che, volendo mettervi in difficoltà, la colf “non in regola” potrebbe incastrarvi più facilmente attraverso una prova audio/video. Lo scopo di queste intercettazioni ovviamente è quello di procurarsi la prova per poter, in un successivo momento, chiedere gli arretrati, la buona uscita e le ferie.

Per poter prendere in castagna la badante è indispensabile affidarsi a degli esperti nella ricerca ed individuazione di tutte le microspie, audio o video, presenti in casa. Solo attraverso delle avanzate strumentazioni elettroniche e una consolidata esperienza si riescono a rintracciarle.

Infatti, i dispositivi spia, sono generalmente molto piccoli e talvolta vengono venduti già camuffati in oggetti che potrebbero esser stati dislocati delle diverse stanze dell’abitazione (orologi, sveglie, caricabatteria ecc…). E’ importante sapere che si può risalire a chi le ha piazzate dalla SIM presente all’interno di tali cimici, visto che ha un’intestatario.

COME ORGANIZZIAMO IL NOSTRO INTERVENTO TECNICO

Come per tutte le altre tipologie per cui siamo chiamati ad intervenire, per ricercare ed individuare tutte le tipologie di cimici che siano state piazzate per spiarvi o per controllare la vostra privacy familiare, operiamo anche per scoprire tutte le microspie e telecamere che la colf potrebbe aver avuto modo di inserire presso i diversi locali della vostra abitazione o quella del parente da assistere.

Per garantirvi la massima riservatezza e discrezionalità possiamo operare in orari e giorni diversi da quelli lavorativi, ovvero al di fuori delle classiche 8 ore; in tal modo l’intervento sarà svolto lontano da occhi indiscreti. Interveniamo su tutto il territorio nazionale.

Per vostra conoscenza per raggiungervi in loco utilizziamo un’autovettura senza nessuna insegna, scritta o logo e tutta l’apparecchiatura elettronica necessaria per lo svolgimento della bonifica ambientale da microspie e stipata in un’unica anonima valigia antiurto nera.

Chiamaci subito al 392-2008153               Contattaci info@bonifiche-microspie.it

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.

Related Posts

WhatsApp chat