Blog

Furto simulato: un modo originale per nascondere una cimice

Una scena classica: voi che tornate dalla spesa o dalle vacanze e trovate che la vostra casa, l’abitazione o l’azienda dove lavorate è di colpo diventata la “location” di un furto da parte di presunti malviventi. Abbiamo usato non a caso l’aggettivo “presunti” riferito ai delinquenti, perché può capitare che il furto, magari se nel caso specifico non è stato portato via nulla di prezioso o appetitoso, suona davvero strano.

Uno dei casi per i quali siamo chiamati nell’effettuare la nostra attività di bonifica ambientale da microspie, ci vede operare sul campo per capire meglio, per approfondire in modo professionale ed accurato, se dietro a una “finzione” si possa celare un tentativo di spionaggio contro la vostra persona, o contro quelle delle persone che vi sono più care, ma andiamo per ordine.

Se qualcuno, probabilmente ma non necessariamente una persona che conoscete, volesse carpire delle vostre informazioni riservate, private e non riesce ad intrufolarsi in casa vostra o nel vostro spazio lavorativo senza che ve ne accorgiate, un modo originale, che però è più comune di quanto si pensi, è quello di simulare un tentativo di furto da parte di ignoti, per quindi avere il tempo per posizionare delle microspie audio o delle telecamere nascoste. Successivamente allo spavento iniziale, nel momento in cui scoprite il fattaccio, dopo che la paura ha lasciato il posto all’amarezza, senza rendervene più di tanto conto, relegherete questo evento poco felice in un angolino della vostra testa e non ci penserete più.

Mai una svista è stata tanto grave, dato che d’ora in poi potrete essere controllati a distanza 24 ore su 24! Ma quali potrebbero essere i motivi che possono spingere una persona a simulare un furto? Grazie alla nostra esperienza possiamo affermare che le motivazione possono essere diverse e anche le più disparate.

Un ladro vuole sapere quali affari trattate o dove tenete le vostre cose più preziose: occultando delle micro telecamere nascoste potrà capirlo per bene ed agire tranquillamente in un secondo momento. Un socio d’affari con cui non andate più d’accordo vuole mettervi in difficoltà e per questo posiziona a vostra insaputa delle cimici del vostro ufficio. L’ex marito cerca delle motivazioni che possano mettere l’ex coniuge in seria difficoltà davanti al giudice, portando prove vere o presunte, di cattivi abitudini o frequentazioni inadatte. Queste sono solo alcune delle ragioni perché possa essere messo in pratica una furto fittizio.

LA NOSTRA ATTIVITA’

La nostra attività, oltre 25 anni nel campo delle intercettazioni attive e passive, ci porta ad affrontare quotidianamente anche questo tipo di interventi. Avvalendoci di attrezzatura sofisticata, completa e professionale ed intervenendo in modo sistematico ed accurato, riusciamo, senza interferire nelle vostre attività, a ricercare ed individuare ogni tipologia di apparati elettronici, come microspie, cimici, micro telecamere nascoste e registratori audio digitali (in auto anche localizzatori GPS), che mirano a intercettare le vostre conversazioni e i vostri spostamenti; il tutto in maniera precisa, mirata e soprattutto riservata. Normalmente per effettuare la  bonifica elettronica, o ricerca ambientale,  siamo in grado, ad avvenuta  conferma del preventivo, di operare nel giro di poche ore.

Chiamaci subito al 392-2008153               Contattaci info@bonifiche-microspie.it

Comments are closed, but trackbacks and pingbacks are open.

WhatsApp chat